Articoli con tag bolletta elettrica

Cinque semplici regole per risparmiare sulla bolletta del gas

risparmiare-bolletta-gas

Risparmiare energia in casa è, da sempre, una delle priorità della maggior parte degli italiani. Ma siamo davvero sicuri di adottare un comportamento adeguato e di mettere in campo tutte le azioni volte al raggiungimento dell’obiettivo? Proviamo a fare una breve rassegna di piccoli trucchi o accorgimenti, di semplice attuazione, che possono realmente contribuire a snellire, non di poco, i costi energetici in casa portando ad un effettivo risparmio sulla bolletta del gas.

PROSEGUI LA LETTURA »

Vizi e virtù del caminetto elettrico: quale scegliere?

caminetto elettrico

Nonostante la voglia di primavera inizi a farsi sentire, le condizioni climatiche ci ricordano che l’inverno continua ad imperversare. Non ci resta dunque che goderci il tepore delle nostre case nell’attesa che le giornate si allunghino e le temperature siano più clementi. Ma quale sistema di riscaldamento è più utile, ed economico, scegliere?

PROSEGUI LA LETTURA »

Quanto costa 1Wh? Proviamo a capire insieme…

postblogmarzia

Ci lamentiamo dei costi della bolletta elettrica, ma siamo davvero consapevoli di quanto 1Wh costi? Il mercato dell’energia elettrica è un mercato poco conosciuto dall’utenza domestica. Un po’ come anni fa lo era quello della telefonia.

Si pagavano cifre importanti per il servizio della telefonica in mobilità ma nessuno era davvero consapevole del costo della linea a minuto.

Man mano che il mercato ha affrontato ricorsi e recepito modifiche richieste nel tempo dall’utenza, ecco che si è regolamentato ai fini di una maggior garanzia per il consumatore finale.

Oggi, con il mercato elettrico, abbiamo un mercato di maggior tutela e un mercato libero, ma sappiamo che differenza c’è?

Quanto paghiamo per quel famoso Wh indicato nel titolo? Esiste un’offerta più conveniente tra le due?

Il mercato regolato applica prezzi e condizioni economiche fissate dall’Autorità, che non permettono al cliente di scegliere in base alle proprie esigenze. Al contrario, il mercato libero prevede proposte diverse e offerte differenziate a seconda delle necessità che un consumatore può avere. Sono entrambi validi, nessuna maggiore convenienza di uno sull’altro, dipende dalle esigenze di chi li sottoscrive.

Eppure, se chiediamo quanto costa 1Wh quasi nessuno sa quanto paga per questo.

Abbiamo trattato in precedenza il consumo in stand by che ha un costo annuo in bolletta non irrisorio: da 60 e 250 euro.

Ma, ad esempio, sapevate che sull’etichetta di un elettrodomestico che state per acquistare è possibile controllare anche i consumi in stand by? Controllarli e acquistare un apparecchio anche in base al consumo inattivo potrebbe spingerci ad una scelta preferibile sul lungo periodo.

Torniamo però ad un’analisi semplice: 1W di potenza prelevata 24/24h, 365 giorni all’anno (8760 ore) significa 8760 x 1 : 1000 = 8,76 kWh.
Mediamente 1 kWh in bolletta costa 0,2 euro, per cui conta circa 1,75 euro all’anno per ogni Wh permanentemente consumato.

Avere consapevolezza di un Wh consumato e del suo relativo costo ci aiuta a capire se la bolletta è più o meno il linea con quanto abbiamo scelto, rispetto all’offerta sottoscritta, nel mercato di riferimento.

Fateci caso!

Da oggi non potrete più dire che non sapete il costo di 1Wh :)

Facebook

LinkedIn

Twitter