Articoli con tag batterie

Le migliori auto elettriche del 2015

migliori auto elettriche del 2015

Le vendite di auto elettriche nel 2015 hanno segnato un piccolo rallentamento, dovuto soprattutto al grande ribasso conosciuto prezzo del petrolio, ma hanno cmq mostrato un’industria in grande sviluppo e dal sicuro avvenire, sebbene essa rappresenti ancora appena l’1% dell’industria globale dell’automotive. L’autotrazione elettrica diventa ogni anno sempre più conveniente, grazie a batterie più economiche, leggere e autonome. Vediamo di seguito quali sono state, secondo gli esperti, le migliori auto elettriche del 2015.

Secondo il sito Green Car Reports l’auto elettrica più venduta nel 2015 è stata la cinese Qin, del brand BYD, uno dei primi produttori al mondo di auto elettriche e ibride. Con ben 31.898 esemplari di Qin, 18.375 del SUV Tang e oltre 7mila della “vecchia” E6 (classe 2009), oltre ad altri esemplari di Van e veicoli commerciali, la BYD nell’anno appena trascorso ha immatricolato più di 6mila veicoli, destinati quasi tutti al mercato interno.

PROSEGUI LA LETTURA »

Come vanno le vendite delle auto elettriche? [Infografica]

vendite auto elettriche

Nel 2015 le vendite delle auto elettriche sono rallentate, complice soprattutto il ribasso del prezzo dei carburanti, che ha dato nuova spinta al mercato del motore a scoppio: questo avviene negli Stati Uniti, paese dove i veicoli a motore elettrico sono più diffusi che altrove, e lo racconta bene un report del sito Energyfuse.org, che al tema ha dedicato anche questa interessante infografica.

Il trend del mercato, dal 2011 fino al 2014, è stato per l’auto elettrica all’insegna di una grande ascesa: in questi anni sono stati lanciati e venduti con successo numerosi modelli, come la Nissan LEAF, la Chevrolet Volt e la Tesla Model S e ad essi si sono aggiunti anche alcuni nuovi player come BMW con la sua i3 e Ford, che ha lanciato la C-MAX. Nel 2015 la tendenza si è purtroppo invertita, più per meriti del petrolio che per demeriti dell’elettrico: gli idrocarburi a buon mercato hanno infatti ridato vigore a benzina e diesel.

PROSEGUI LA LETTURA »

E’ in arrivo la batteria per la casa

batteria per la casa

Elon Musk, l’imprenditore/inventore sudafricano naturalizzato statunitense già alla guida di Tesla motors, Space X e del progetto di trasporto HyperLoop sta lavorando a un nuovo rivoluzionario progetto di accumulo energetico: una batteria per la casa.

Secondo un tweet pubblicato dallo stesso Musk poche ore fa, il nuovo prodotto per alimentare abitazioni private e aziende è prossimo al lancio: la nuova batteria consentirà di immagazzinare energia anche dagli impianti fotovoltaici ed eolici e soprattutto di accumulare l’energia serale/notturna, momenti della giornata nei quali l’energia elettrica costa meno, per consumarla poi di giorno.

PROSEGUI LA LETTURA »

Scende il prezzo delle batterie delle auto elettriche

batterie delle auto elettriche

Le auto elettriche: una diffusione lenta

Il principale ostacolo alla diffusione massiva delle auto elettriche nel mondo finora era rappresentato dalle batterie: dal loro costo, dalle loro dimensioni e dalla loro scarsa autonomia. Il secondo e terzo fattore col tempo hanno cessato di rappresentare un problema grave: una ricarica completa costa oggi tra 1 e 3 €, consente la percorrenza di circa 120 km e le batterie di ultima generazione hanno un peso ridotto e tempi di ricarica velocissimi.

Sembra dunque che il prezzo eccessivo della batteria rimanesse l’ostacolo principale per il diffondersi dell’autotrazione elettrica: è notizia recente, invece, che uno studio dello Stockholm Environment Institute evidenzi come le stime fatte tra il 2007 e il 2014  sulla discesa dei prezzi delle batterie per le automobili elettriche si siano rivelate eccessivamente pessimistiche, ipotizzando un calo molto lento e graduale. Niente di tutto ciò: nel 2014 i blocchi batteria utilizzati dalle case leader delle macchine elettriche (Tesla e Nissan) sono arrivati a costare 300 dollari per kWh di energia, un valore più basso delle stime più ottimistiche per il 2015, e inferiore alle proiezioni medie per il 2020. Entro il 2018 il prezzo potrebbe scendere addirittura a 230 dollari/kWh.

PROSEGUI LA LETTURA »

Il doodle per celebrare la pila di Volta

pila di Volta

Nato 270 anni fa, il 18 febbraio del 1745, Alessandro Volta è stato uno degli scienziati più famosi del mondo ed è celebrato per aver inventato la cosiddetta pila di Volta, vale a dire la prima batteria della storia. Interessato fin da giovane alle materie scientifiche, Volta studiò Fisica e si dedicò soprattutto allo studio dei fenomeni elettrici, svolgendo numerosi esperimenti e realizzando altrettante invenzioni.

Nel 1800, dopo aver studiato a fondo le teorie di Luigi Galvani – famoso per aver scoperto il funzionamento degli stimoli nervosi negli organismi viventi – realizzò quella che sarebbe diventata la sua più grande invenzione: la pila elettrochimica, vale a dire un oggetto in grado di produrre una corrente elettrica costante per un determinato periodo di tempo.

PROSEGUI LA LETTURA »

Sblocca Italia in vigore: tutte le misure per l’energia

sblocca italia

Il decreto Sblocca Italia in vigore dal 13 settembre, le etichette energetiche sbagliate che continuano a danneggiare l’economia dei prodotti elettronici, il primato degli aeroporti pugliesi nell’efficientamento energetico e il destino in Europa delle batterie al piombo: queste ed altre news, nel ritorno della nostra rassegna web settimanale. Tutte le notizie sui temi dell’efficienza energetica, dei consumi aziendali e delle energie rinnovabili, lette e raccolte per voi!

  1. Ecco lo Sblocca Italia, le misure in vigore: su Pmi.it il vademecum sul decreto Sblocca Italia, pubblicato il 13 settembre in Gazzetta ufficiale, e contenente numerose misure su edilizia ed energia.
  2. Etichette energetiche sbagliate: le etichette energetiche continuano ad essere soggette a numerosi errori, generando danni ad economia e all’ambiente; lo dice una indagine di Legambiente, i dettagli su Tuttogreen.it.

 

PROSEGUI LA LETTURA »

Accumulo energetico meno caro in futuro?

accumulo-energetico

Riprende l’appuntamento con le migliori news sui temi dell’efficienza energetica, dei consumi aziendali e delle energie rinnovabili. Il meglio della settimana dai siti e blog del settore raccolto e segnalato per voi nella nostra consueta rassegna web!

  1. Nuove batterie per un accumulo energetico meno caro: su Green energy Journal la notizia che una startup californiana ha messo a punto un sistema di accumulo energetico più economico e longevo di quelli attualmente in uso. Unica pecca, una efficienza lievemente minore.
  2. Il PAEE 2014 è in consultazione: il Piano di Azione Nazionale per l’Efficienza Energetica eleborato dall’ENEA è in consultazione pubblica fino al 15 giugno. Su QualEnergia.it è stato pubblicato il documento completo e stilata una sintesi degli obiettivi.
  3. PROSEGUI LA LETTURA »

Facebook

LinkedIn

Twitter