Il Premio Nobel 2014 per la luce a basso consumo

 premio-nobel 2014

Oggi è stato assegnato il premio Nobel 2014 per la Fisica: l’importante riconoscimento è stato dato a tre scienziati giapponesi, Isamu Akasaki, Hiroshi Amano e Shuji Nakamura, per aver inventato nei primi anni ’90 il LED a luce blu, un particolare tipo di diodo a emissione luminosa al centro degli attuali sistemi di illuminazione a basso consumo energetico.

La decisione dell’Accademia reale svedese delle scienze premia quindi l’innovazione tecnologica che ha di fatto permesso la diffusione in tutto il mondo della luce a basso consumo: l’importanza del LED a luce blu è dovuta al fatto che solo questo LED, combinato agli altri tipi di LED, permette di realizzare lampade a luce bianca. Lampade che sono caratterizzate da una durata estremamente lunga e da un ridotto consumo energetico.

Un LED è costituito da vari strati di semiconduttori dove l’elettricità viene convertita in fotoni, ossia in particelle di luce: ciò lo distingue dalle tradizionali lampade a incandescenza, dove la maggior parte dell’elettricità viene dispersa in calore.
I tre fisici si divideranno il premio Nobel 2014 in denaro da 8 milioni di corone svedesi, pari a quasi 900mila euro.

nobel luce a led

Sai che con i nostri sistemi puoi monitorare i consumi per l’illuminazione nella tua azienda? Scopri le nostre soluzioni!

Lascia un commento