Mobilità sostenibile: Wall Box, cosa sono?

Hai mai sentito parlare delle Wall Box? All’interno del sempre più variegato mondo della mobilità sostenibile stanno proliferando queste colonnine che rappresentano una vera innovazione per la ricarica delle auto elettricheQuest’ultime, caratterizzate da zero emissioni di CO2, rappresentano già un’importante realtà nel panorama automobilistico internazionale anche se in Italia si stima che solo lo 0,1% delle autovetture acquistate nel primo semestre del 2018 sia a motore elettrico.

Se sui pro e i contro nell’acquisto di un’ auto elettrica rimandiamo a un nostro vecchio post, è arrivato il momento di focalizzare l’attenzione sulle vere protagoniste di questo articolo: le Wall Box che letteralmente sono “scatole da muro” anche se la definizione risulta imprecisa e parziale.

Nel dettaglio le Wall Box sono delle vere e proprie stazioni di ricarica delle auto elettriche da inserire all’esterno della propria abitazione o in un altro luogo.

A monte dell’installazione e dell’utilizzo della Wall Box, per i quali risulta indispensabile il supporto di un tecnico elettricista, sono necessari alcuni accorgimenti normativi abbastanza stringenti.

Sul fronte della carica sono attualmente disponibili 4 modalità in funzione del regime (AC, CC), della corrente massima, del tipo di connettore, presa/spina, delle caratteristiche dell’eventuale comunicazione/controllo tra il veicolo e la stazione di carica.

La norma internazionale CEI EN 61851-1 prevede che, per garantire l’effettiva sicurezza, sia obbligatoria l’adozione del Modo 3.

Nel belpaese il Modo di ricarica 1 è consentito esclusivamente in ambiti privati e non aperti a terzi. Il Modo 1 di carica si riferisce al collegamento del veicolo elettrico alla rete di alimentazione AC utilizzando prese e spine normate fino a 16 A, ovvero ordinarie prese e spine per uso domestico (In Italia CEI 23-50) o industriale (CEI EN 60309-2).

Ad ogni modo il connettore Tipo2 costituisce la soluzione raccomandata e individuata dalla Commissione europea quale standard unico nei Paesi membri, in attesa dello sviluppo massivo dei sistemi wireless.

Comments are closed.