Le 5 regole per essere una perfetta smart city

Smart City

Oggi si fa un gran parlare di città intelligenti, ma quali sono gli asset su cui fonda il loro successo? Un recente studio, condotto dal Dipartimento di Ingegneria Civile presso l’Università di Birmingham, stila le 5 regole che fanno di una location la perfetta smart city.

Le aree d’interesse sono:

1) tecnologia digitale: la città è sempre più digitalizzata e connessa in rete. Le piattaforme tecnologiche consentono di elaborare un gran quantitativo di dati e di informazioni collegando la dimensione urbana e quella virtuale;

2) sostenibilità ambientale: le città intelligenti mirano sempre di più ad essere “green”. L’obiettivo è puntare a politiche virtuose di efficientamento energetico con conseguente ottimizzazione delle risorse e dei costi di gestione;

3) iniziative civiche: la smart city diventa il punto focale per garantire ai propri cittadini condizioni di vita soddisfacenti e in linea con le reali necessità puntando sul miglioramento della qualità della vita e sulla promozione del territorio;

4) mobilità: prevede l’accessibilità locale e internazionale alla città, l’utilizzo delle tecnologie e di internet nonché la diffusione di un sistema capillare e funzionale di trasporto sostenibile;

5) imprese: nella smart city c’è spazio per tutti, soprattutto per le imprese che non producono solo business ma costituiscono il tessuto reale della comunità. Per questo, senza imprese sane che producono buon lavoro, nessuna città può essere considerata davvero smart.

A fronte di queste regole, le città che ad oggi risultano più rispondenti ai dettami della smart city ideale sono Singapore e Copenaghen che hanno trovato il giusto equilibrio tra tecnologia di ultima generazione e sostenibilità socio-ambientale.

E l’Italia? Anche nel bel Paese possiamo annoverare città dedite a certi virtuosismi ma gli standard qualitativi di riferimento devono probabilmente ancora essere messi a punto; diciamo che le premesse per eguagliare o superare i concorrenti, in una virtuale gara al raggiungimento della piena efficienza, ci sono tutte!

Lascia un commento