L’indagine Istat sui consumi energetici delle famiglie italiane

consumi energetici delle famiglie

L’Istat – Istituto nazionale di statistica, l’ente di ricerca pubblico responsabile, tra gli altri, del censimento della popolazione italiana, ha diffuso nei giorni scorsi i risultati dell’indagine I consumi energetici delle famiglie relativi all’anno 2013. Dallo studio emerge fortunatamente una propensione delle famiglie italiane ad adottare misure di efficientamento e risparmio energetico.

Per esempio, le lampadine a risparmio energetico rappresentano già i tre quarti delle lampadine utilizzate dalle famiglie della penisola, senza contare il boom delle lampadine a led che si è avuto nel 2014…

Inoltre le famiglie dichiarano di aver effettuato investimenti sul fronte del risparmio energetico: il 54% lo ha fatto per ridurre le spese di elettricità, il 21% per le spese di riscaldamento e il 15% per il riscaldamento dell’acqua. Solo il 10% ha adottato misure per ridurre le spese di condizionamento. Si tratta di segnali molto confortanti che mostrano ancora una volta come, sul fronte dell’efficienza energetica, il Bel Paese rappresenti un esempio di eccellenza all’interno dell’Unione Europea.

contatori consumi energetici famiglie

Fra i tanti elementi che emergono dal report, il tipo di impianto di riscaldamento più diffuso nella penisola è l’autonomo, al 70% a metano, il quale viene utilizzato, in media, per circa 8 ore al giorno, più nel pomeriggio che al mattino. Fatica invece a imporsi l’utilizzo di stufe a pellets: solo il 4,1% ne fa uso.

Scarica qui il rapporto Istat sui consumi energetici delle famiglie 2013 e scopri la nostra soluzione per il risparmio energetico visitando questa pagina

Lascia un commento