Come ottimizzare il risparmio idrico in estate?

Risparmio idrico

Nonostante il solstizio d’estate sia avvenuto solo un paio di giorni fa, le temperature bollenti e l’allarme siccità ci stanno accompagnando già da diverse settimane. Ed ecco che scatta uno degli interrogativi più attuali, tra i tanti legati a questo periodo dell’anno: come ottimizzare il risparmio idrico?

Ecco alcuni semplici suggerimenti per il risparmio idrico che, insieme al buonsenso, potrebbero aiutarci ad ottenere buoni risultati:

1 – Quando ci laviamo i denti utilizziamo un bicchiere e cerchiamo di aprire il rubinetto solo per bagnare e sciacquare lo spazzolino. Ponendo attenzione consumeremo solo 2,1 litri di acqua rispetto ai 9 sprecati facendo correre l’acqua senza criterio.

lavarsi i denti

2 – Radersi è una delle azioni quotidiane più usuali in ambito maschile, ma attenzione agli sprechi. Per risparmiare acqua basterà riempire una bacinella anziché lasciare il rubinetto aperto. In questo modo il consumo sarà solo di 4 litri d’acqua.

3 – Potrebbe essere utile installare degli aeratori ai rubinetti di casa. Questi dispositivi promettono di ridurre della metà il flusso dell’acqua pur non riducendo il getto. Questo è possibile in quanto l’aria viene mescolata con l’acqua in uscita riducendo anche di 1.000 litri/mese i consumi familiari.

4 – Attenzione ai guasti! Per ottimizzare il quantitativo di acqua impiegato per l’irrigazione, è opportuno controllare innanzitutto che non vi siano difetti e perdite negli innaffiatoi o irrigatori. E’ sicuramente utile assicurarsi anche che gli ugelli siano diretti verso le piante e non altrove.

5 – Il rubinetto che goccia? Oltre ad essere fastidioso può essere fonte di notevole spreco. Quanto? Se non si agisce in tempo, riparando l’eventuale guasto, è plausibile parlare di un dispendio idrico di circa 5 litri d’acqua/giorno.

Rubinetto che perde

6 – Fare la doccia, si sa, è uno dei momenti più rilassanti della giornata ma è altrettanto vero che una sosta prolungata sotto il getto d’acqua può costare molto, in tutti i sensi. Si stima infatti che per una doccia si consumano in media tra i 30 e i 50 litri d’acqua…decisamente parecchio se si ha a cuore il risparmio idrico. Anche in questo caso basterebbe chiudere il rubinetto nel corso delle fasi di lavaggio e/o installare un aeratore.

7 – Dopo i pasti in casa sarebbe preferibile lavare i piatti a mano, magari utilizzando una bacinella. In questo modo consumeremo solo 20 litri d’acqua risparmiando ben 90 litri.

8 – Se avete il pollice verde e non riuscite a stare lontani dalle vostre amate piante il consiglio è scegliere quelle che, per natura, richiedono un minor quantitativo di acqua giornaliero (ad esempio le piante grasse). In alternativa è sempre possibile sostituire l’erba dei prati con tappeti di erba sintetica.

9 – Desiderate dare una rinfrescata alla vostra automobile? Ricordate di usare il secchio e non il tubo di gomma. In questo modo sarà possibile risparmiare anche fino a 150 litri di acqua.

10 – Elettrodomestici, che passione…ma con parsimonia: se possibile cercate di utilizzare lavatrici e lavastoviglie sempre a pieno carico, diminuendo la frequenza dei lavaggi e adottando un lavaggio a 60°che consumerà la metà di uno a 90°.

Lascia un commento