Articoli nella categoria Normative

L’estate sta arrivando! Come arginare i consumi di energia?

Risparmio estate

L’estate si avvicina a grandi passi ma attenzione a non lasciarvi cogliere impreparati dai picchi dei consumi energetici. Il rischio di un overspending è dietro l’angolo ed è opportuno, sin d’ora iniziare a pianificare la politica del risparmio. Per tenere sotto controllo il caldo torrido, che investirà tutti noi già a partire dalle prossime settimane, basterà adottare piccoli e utili accorgimenti legati, in parte anche al buon senso.

PROSEGUI LA LETTURA »

Gestione delle risorse idriche: soluzioni smart anti spreco

Risprse idriche

L’estate è ancora un miraggio lontano ma, anche nei mesi invernali, l’emergenza acqua è in agguato, complice anche una rete idrica cittadina non propriamente efficiente. Il problema dello spreco e della mal gestione delle risorse idriche riguarda però non solo le amministrazioni locali, che certamente hanno una responsabilità gestionale rilevante, ma anche il singolo cittadino chiamato a ottimizzare in prima persona le risorse a sua disposizione.

PROSEGUI LA LETTURA »

2018, cosa aspettarsi in ambito energetico?

Post22dicembre

Anche il 2017 sta volgendo al termine e, come ogni anno, è tempo di fare un bilancio su tutti, o quasi, gli aspetti che direttamente o indirettamente ruotano intorno alla nostra quotidianità. Parliamo di tutte le sfere, professionali e personali, che influenzano l’andamento delle nostre giornate. Tra i tanti temi caldi ce n’è uno che, anche nel corso di quest’anno, ha tenuto vivo il dibattito sociale e politico.

PROSEGUI LA LETTURA »

IoT e sicurezza: l’esperienza di Acotel

Cyber security

Il successo del cosiddetto Internet of Things (IoT) evidenzia, tra i tanti punti di forza, anche qualche aspetto più delicato a cui porre la massima attenzione. Il tema della sicurezza assume un ruolo sempre più importante e merita una grande cura da parte delle aziende italiane che stanno approcciando con sempre più interesse e consapevolezza al mondo IoT.

PROSEGUI LA LETTURA »

Energy Manager: gli ambiti di intervento

Energy Manager 1

Sulla figura professionale dell’energy manager abbiamo già avuto modo di parlare nei mesi scorsi. Chiariti i ruoli e le competenze di questa figura professionale che si occupa dell’analisi, del monitoraggio e dell’ottimizzazione dell’uso dell’energia delle imprese e degli enti, pubblici o privati, vediamo ora gli ambiti di intervento a cui si rivolge.

PROSEGUI LA LETTURA »

Vuoi sostituire la caldaia? I consigli per detrarre la spesa!

Sostituzione caldaia

Hai deciso di sostituire la caldaia? Sappi che le spese che dovrai sostenere per questa operazione sono detraibili fino al 50% con una franchigia massima di €10.000. La sostituzione del tuo apparecchio potrà essere inserita nella dichiarazione dei redditi mediante la compilazione del modello 730. 

PROSEGUI LA LETTURA »

Come diventare un Energy Manager?

Carriera Energy Manager

Nel particolare momento storico in cui versa già da anni il nostro Paese, i professionisti e gli aspiranti lavoratori cercano sempre di più di specializzarsi approfondendo oppure reinventando il proprio ruolo affinché diventi più appetibile per il mercato. In questo contesto fioriscono figure professionali nuove; prendiamo ad esempio il settore energetico nel quale però sembra regnare un po’ di confusione.

PROSEGUI LA LETTURA »

Acotel Net: primi traguardi in linea con i dettami della ISO 50001:2011

iso-50001_1

Acotel Net, già a partire dal 2015, ha iniziato un percorso volto all’implementazione del sistema di gestione UNI CEI EN ISO 50001:2011.

La norma “Sistemi di gestione dell’energia – Requisiti e linee guida per l’uso” specifica i requisiti per creare, mantenere e migliorare un sistema di gestione dell’energia che consenta, se ben interpretato, di ridurre il proprio consumo energetico, i costi e le emissioni di gas serra.

PROSEGUI LA LETTURA »

Diagnosi energetica, risultati: oltre 10mila le dichiarazioni

diagnosi energetica risultati

Più di 10mila rapporti di diagnosi energetica presentati all’ENEA alla scadenza del 22 dicembre 2015, così come richiesto dal decreto legislativo 102/2014. Questi i risultati della nuova norma sull’audit energetico, richiesto per le grandi imprese e quelle ad alto consumo energetico, contenuta nella legge che applica la Direttiva 2012/27/UE sull’efficienza energetica: a tutti gli effetti il primo passo di una autentica strategia nazionale per l’efficienza energetica.

Per la prima volta, le aziende italiane hanno dovuto realizzare una documentazione riguardante le proprie misure di efficienza energetica, base indispensabile, inoltre, per richiedere i Titoli di Efficienza Energetica (TEE), i cosiddetti Certificati Bianchi. L’ENEA attualmente sta analizzando e controllando le oltre 10000 diagnosi pervenute.

PROSEGUI LA LETTURA »

Ecco le nuove etichette energetiche per le caldaie

caldaia a condensazione

Sabato 26 settembre nell’Unione Europea sono entrate in vigore le nuove norme che regolano l’efficienza energetica del riscaldamento domestico: in particolare sono scattati il divieto di vendita & installazione per le caldaie non a condensazione e l’obbligo di etichette energetiche per le caldaie e gli scaldabagni elettrici. Si tratta di una riforma epocale, che stabilisce finalmente obblighi e modelli per produttori e installatori di sistemi per il riscaldamento domestico.

Sul fronte delle caldaie è entrato in vigore il bando per i sistemi non a condensazione: da oggi potranno essere vendute e installate solo caldaie a condensazione, apparecchi in grado di recuperare gran parte del calore contenuto nei fumi e di restituirlo all’impianto di riscaldamento. Questo principio consente di raggiungere un rendimento superiore a quello dei vecchi sistemi, che di solito non supera il 92%.

PROSEGUI LA LETTURA »

Facebook

LinkedIn

Twitter