La casa del futuro? Ecologica e riciclabile!

Casa del futuro

Vi siete mai chiesti come sarà la casa del futuro? Sono molte le ricerche che puntano a dare una risposta a questo quesito. Proviamo a capire quali potrebbero essere gli asset irrinunciabili della casa del futuro.

Per prima cosa nella casa del futuro sarà opportuno ottimizzare quanto più possibile i consumi energetici: ciò sarà sempre più possibile attraverso l’utilizzo di materiali innovativi, ed eco friendly, che miglioreranno sia la confortevolezza degli ambienti interni, sia la durevolezza delle facciate e degli spazi esterni di un edificio.

In realtà sono già in molti a fare uso di queste soluzioni. Stanno infatti prendendo sempre più piede, ad esempio, i pannelli in legno X-LAM utilizzati prevalentemente per rivestire solai, tetti e pareti. Questi pannelli, composti al 99,4% da legno di larice o abete e allo 0,6% da collante, sono antisismici e garantiscono un elevato isolamento termico.

La casa del futuro sarà anche completamente riciclabile. Ciò significa che non sarà affatto inusuale vivere in una casa con le pareti in Eco Glass, mosaico nato dall’impiego di polvere di vetro proveniente da vecchi monitor e TV. Questa tipologia di rivestimento assicura emissioni di CO2 ridotte al minimo e rappresenta anche un’originale soluzione di design per gli ambienti casalinghi.

L’altro elemento in profonda evoluzione nelle nostre abitazioni sarà la domotica di cui già si parla da tempo. La casa del futuro diventa smart e tutti i dispositivi sono connessi tra di loro via Wi-Fi o Bluetooth. Ciò consente l’automatizzazione di diverse funzioni tra cui, solo per citarne alcune, l’illuminazione generale della casa, la temperatura interna di ogni ambiente, il monitoraggio di ogni zona della casa e la gestione personalizzata dei device (es. accensione/spegnimento).

Secondo le ultime statistiche, il giro d’affari complessivo legato alle smart home è di poco inferiore ai 190 milioni di Euro ed è destinato a crescere ulteriormente nell’immediato.

Riassumendo potremmo dunque dire che la casa del futuro sarà intelligente ma anche confortevole, elegante e a basso impatto ambientale con l’inserimento di soluzioni, studiate sulle singole esigenze della famiglia, in grado di rendere ancora più piacevole la vita in casa. Qualche esempio? Il letto che migliora la qualità del sonno, grazie a un sistema di rilevamento biometrico oppure la doccia con controller digitale, capace di limitare lo spreco di acqua e tenere sotto controllo la temperatura.

Nessun commento ancora

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Facebook

LinkedIn

Twitter