2,7 miliardi risparmiati con il taglia-bollette

taglia-bollette

1,7 miliardi di euro risparmiati dalle Piccole e medie imprese e 2 miliardi dalle famiglie: questo il bilancio dei provvedimenti del Ministero per lo Sviluppo economico in tema di energia, combinati con il calo dei prezzi dovuto ai ribassi del petrolio e con la riduzione del costo per il dispacciamento, per l’anno che verrà.

Il cosiddetto provvedimento “taglia bollette” contenuto nel decreto Competitività “ha già dispiegato i suoi effetti”, fa sapere il responsabile del dicastero Federica Guidi in una nota, e l’Autorità per l’energia conferma i dati: se nel 2015 l’azione del governo eviterà a Pmi e privati una spesa rispettivamente di 910 e 313 milioni, le ulteriori misure (riduzione degli oneri di sistema, euro più debole, ribassi petroliferi) impatteranno positivamente per 771 milioni sulle imprese e per 694 milioni sulle famiglie.

contatori

Il risparmio medio annuo per una famiglia, grazie al “taglia bollette“, ammonterà a circa il 3%, assai maggiore la riduzione media percentuale (8,5%) per le imprese in bassa tensione, mentre per quelle in media tensione il calo in bolletta potrà arrivare fino al 10%: le agevolazioni per le aziende riguarda le Pmi cosiddette non energivore“, tra cui quelle in bassa tensione con potenza disponibile superiore a 16,5 kW.

Vuoi adottare misure di risparmio energetico per la tua casa o la tua impresa? Scopri qui i nostri servizi per il monitoraggio dei consumi energetici! 

Lascia un commento