Gli Oscar del risparmio energetico

Oscar del risparmio energetico

Domenica notte a Los Angeles si è celebrata la 87/a notte degli Oscar, l’appuntamento più importante dell’anno per il cinema mondiale, durante il quale attori, registi e tecnici vengono premiati per le loro performance davanti e dietro le quinte dei set cinematografici. Lo spettacolo, in diretta televisiva, è una delle più efficienti macchine da intrattenimento della tv americana e, da qualche anno, anche un’occasione per adottare misure di efficienza energetica: le celebri statuette sono diventate anch’esse gli Oscar del risparmio energetico.

La “svolta” verde, attuata in collaborazione con il Natural Resources Defense Council, è iniziata con l’edizione del 2007: le forniture, i servizi e i sistemi d’illuminazione sono stati da allora selezionati con cura per ridurre l’impatto energetico e ambientale della cerimonia.

Per compensare i consumi elettrici degli Academy awards ogni anno vengono finanziate, a favore della Bonneville Environmental Foundation, attività compensative delle emissioni di carbonio prodotte dalla diretta tv, pari a 183 MW. I generatori di energia per le riprese esterne vengono alimentati esclusivamente con biodiesel e tutte le fonti di illuminazione del Dolby Theatre (ex Kodak Theatre) sono state rimpiazzate con lampade a led: il teatro stesso è stato oggetto di un approfondito energy audit nel 2007.

premi oscar 2015

Ma non c’è solo il taglio dei consumi elettrici: il famoso red carpet infatti ogni anno viene realizzato al 100% con materiale riciclato e le circa 50 tonnellate di rifiuti non alimentari prodotti dalla cerimonia – tra cui la scenografia dell’evento – vengono riutilizzate o riciclate per il 70%. Insomma, sono davvero gli Oscar del risparmio energetico!

Lascia un commento