Archivi mensili per maggio, 2017

Console per videogiochi energivore: croce e delizia dei consumatori!

Console per videogiochi

Console per videogiochi che passione! Chi di noi non ha, almeno una volta nella vita, sfidato un amico al proprio videogioco preferito? Con l’imminente arrivo dell’estate si avrà molto più tempo libero da dedicare alle proprie passioni tra cui spiccano tutti gli apparecchi elettronici di tipo special purpose concepiti cioè per uso privato che possono anche essere connessi a una normale televisione oppure essere dotati di uno schermo integrato.

PROSEGUI LA LETTURA »

Quanto costa 1Wh? Proviamo a capire insieme…

postblogmarzia

Ci lamentiamo dei costi della bolletta elettrica, ma siamo davvero consapevoli di quanto 1Wh costi? Il mercato dell’energia elettrica è un mercato poco conosciuto dall’utenza domestica. Un po’ come anni fa lo era quello della telefonia.

Si pagavano cifre importanti per il servizio della telefonica in mobilità ma nessuno era davvero consapevole del costo della linea a minuto.

Man mano che il mercato ha affrontato ricorsi e recepito modifiche richieste nel tempo dall’utenza, ecco che si è regolamentato ai fini di una maggior garanzia per il consumatore finale.

Oggi, con il mercato elettrico, abbiamo un mercato di maggior tutela e un mercato libero, ma sappiamo che differenza c’è?

Quanto paghiamo per quel famoso Wh indicato nel titolo? Esiste un’offerta più conveniente tra le due?

Il mercato regolato applica prezzi e condizioni economiche fissate dall’Autorità, che non permettono al cliente di scegliere in base alle proprie esigenze. Al contrario, il mercato libero prevede proposte diverse e offerte differenziate a seconda delle necessità che un consumatore può avere. Sono entrambi validi, nessuna maggiore convenienza di uno sull’altro, dipende dalle esigenze di chi li sottoscrive.

Eppure, se chiediamo quanto costa 1Wh quasi nessuno sa quanto paga per questo.

Abbiamo trattato in precedenza il consumo in stand by che ha un costo annuo in bolletta non irrisorio: da 60 e 250 euro.

Ma, ad esempio, sapevate che sull’etichetta di un elettrodomestico che state per acquistare è possibile controllare anche i consumi in stand by? Controllarli e acquistare un apparecchio anche in base al consumo inattivo potrebbe spingerci ad una scelta preferibile sul lungo periodo.

Torniamo però ad un’analisi semplice: 1W di potenza prelevata 24/24h, 365 giorni all’anno (8760 ore) significa 8760 x 1 : 1000 = 8,76 kWh.
Mediamente 1 kWh in bolletta costa 0,2 euro, per cui conta circa 1,75 euro all’anno per ogni Wh permanentemente consumato.

Avere consapevolezza di un Wh consumato e del suo relativo costo ci aiuta a capire se la bolletta è più o meno il linea con quanto abbiamo scelto, rispetto all’offerta sottoscritta, nel mercato di riferimento.

Fateci caso!

Da oggi non potrete più dire che non sapete il costo di 1Wh :)

Il monitoraggio dei consumi energetici ‘Smart’!

Smart MEM di Acotel Net

Già a partire dalle scorse settimane Acotel Net ha avviato la vendita dello Smart MEM, direttamente dal suo shop on line (shop.acotelnet.com), per il monitoraggio dei consumi elettrici.

Lo Smart MEM consente, alla clientela consumer e con partita IVA, di migliorare le proprie abitudini di consumo energetico e di gestirle con maggiore consapevolezza massimizzando il risparmio in bolletta che, per il cliente finale, può arrivare anche fino al 10% della spesa complessiva.

PROSEGUI LA LETTURA »

Facebook

LinkedIn

Twitter