Archivi mensili per maggio, 2015

5 modi per risparmiare energia in cucina

risparmiare energia in cucina

Cucinare col vapore, ottimizzare i tempi di cottura, scegliere la temperatura migliore per il forno: risparmiare energia è possibile anche quando si cucina, non ci credete? Scoprite con noi 5 modalità per risparmiare energia tra i fornelli!

  1. Utilizzare acqua tiepida o a temperatura ambiente per cuocere la pasta: è abbastanza intuitivo, l’acqua se non è completamente fredda impiegherà meno tempo a riscaldarsi e andare in ebollizione, con un notevole risparmio di gas e…di tempo! Analogamente, quando dovete riscaldare pietanze fredde, tiratele fuori dal frigo un po’ prima: in questo modo si riscalderanno più rapidamente.
  2. Scegliere gli elettrodomestici giusti: un frigorifero di classe A++ può diventare il principale alleato per il risparmio energetico, contribuendo a conservare i cibi freschi e più a lungo. Ma anche la lavastoviglie, ingiustamente sottovalutata, aiuta a risparmiare acqua e detersivo per il lavaggio di piatti e stoviglie. Infine il forno: un buon forno elettrico ultimo modello raggiunge la temperatura desiderata in tempi brevi, rendendo inutile il preriscaldo, e la conserva per almeno 20 minuti dopo lo spegnimento, permettendovi di concludere la cottura senza ulteriori consumi energetici. Per riscaldare, invece, preferite il microonde ai fornelli: consumerete meno energia e manterrete i cibi col giusto grado di umidità.
  3. PROSEGUI LA LETTURA »

Diagnosi energetica: tutto quello che c’è da sapere

diagnosi energetica

Scopri il nostro software per la diagnosi energetica ETA!

Poco meno di un anno fa, nel mese di luglio del 2014, è entrato il vigore il Decreto Legislativo 102/2014, che prevede una serie di misure volte a migliorare l’efficienza industriale tra le quali l’obbligo per le grandi imprese e per le imprese a forte consumo di energia di realizzare la cosiddetta diagnosi energetica (o “audit energetico”) entro il 5 dicembre 2015 e successivamente ogni 4 anni.

La diagnosi energetica: che cos’è

La diagnosi energetica è una valutazione precisa, documentata e periodica dell’efficienza energetica dell’impresa basata sui parametri specifici di ogni singolo impianto o struttura ed è un componente essenziale per tutte quelle società che vogliono richiedere i Titoli di Efficienza Energetica (TEE), più comunemente noti come Certificati Bianchi.

PROSEGUI LA LETTURA »

Efficienza energetica videogiochi: trovato l’accordo UE

efficienza energetica videogiochi

Un impegno con l’Europa siglato dai 3 maggiori produttori di console per videogiochi per migliorare l’efficienza energetica dei loro apparecchi. Questo è il succo dell’accordo volontario siglato da Sony, Microsoft e Nintendo con l’Unione Europea, nel quale l’industria dei videogames si impegna a stabilire dei livelli massimi di consumo energetico per le console vendute all’interno dei confini dell’Unione.

Dopo 6 anni di trattative – l’UE ha approvato il documento alla fine di aprile – arriva anche nel campo dell’intrattenimento elettronico una disciplina per diminuire i consumi energetici. L’accordo prevede determinati limiti e requisiti per l’utilizzo delle console come lettori multimediali, device di navigazione in rete e la loro modalità standby: resta fuori dall’accordo però la modalità “gioco”, che rappresenta il cuore dell’utilizzo delle console.

PROSEGUI LA LETTURA »

Curiosità incredibili sull’energia! [Video]

Lo sapevate che in ogni secondo sulla terra si consumano circa 15 terawatt di energia – pari a 15 miliardi di watt o 10 miliardi di lampadine da 100 watt? E che del consumo totale di energia del mondo, gli Stati Uniti sono responsabili per un buon 25%, mentre Google usa “solo” lo 0,013%, che però è più o meno l’energia necessaria per alimentare ben 200mila case?

Non basta: l’energia si trova anche negli alimenti, ed è misurata in joule, oltre che in calorie. Inoltre si studiano modi per utilizzare le turbine eoliche allo scopo di diminuire l’intensità dei venti e dunque abbassare il rischio dovuto agli uragani. Queste e altre divertenti curiosità sul mondo dell’energia sono riassunte in questo divertente video pubblicato da AsapSCIENCE. Per visualizzare i sottotitoli cliccate sull’icona “Sottotitoli” nella parte bassa del video e per cambiare lingua cliccate su “Impostazioni/Sottotitoli”.

Quanto consuma lo standby?

quanto consuma lo standby

Siamo sempre più circondati da apparecchi elettronici collegati alla rete elettrica e molti di essi, quando non vengono utilizzati, entrano in modalità standby: non sono accesi ma nemmeno esattamente spenti, semplicemente sono pronti a rimettersi in funzione rapidamente, segnalandocelo tramite un led acceso.

Ma quanto consuma precisamente un apparecchio elettronico in standby? Negli Stati Uniti il Natural Resources Defence Council, un’ente no-profit che si occupa di difesa dell’ambiente, si è preso la briga di stimare il consumo globale degli dispositivi in modalità sleep mode: il risultato è una cifra pari a circa 19 miliardi di dollari all’anno. Tanto è il costo dei consumi elettrici dovuti a televisori, laptop, modem, Hi-Fi e altri apparecchi eletronici lasciati in modalità always-on.

PROSEGUI LA LETTURA »

I nostri case study: Agua mineral Santa Cruz (Rio de Janeiro)

impianto di imbottigliamento

Una nuova tappa del nostro percorso tra le imprese che utilizzano i nostri servizi di monitoraggio, dei consumi energetici e della produzione industriale, i quali vengono controllati ogni giorno dai dispositivi Acotel Net e analizzati sulla nostra piattaforma. Oggi il viaggio nei nostri case study fa tappa in Brasile, dove vi parleremo del monitoraggio dell’impianto di imbottigliamento di Agua Mineral Santa Cruz, a Rio de Janeiro.

Il cliente Santa Cruz e il suo contesto

Agua Mineral Santa Cruz è il primo produttore di acqua minerale di Rio de Janeiro: nato nei primi del ’900, lo stabilimento Santa Cruz oggi produce e imbottiglia 20 milioni di litri d’acqua minerale ogni anno. La sua esigenza principale era il miglioramento del processo di imbottigliamento, in particolare l’obiettivo era quello di attuare una misurazione precisa della quantità di acqua nei propri serbatoi, in modo da non esaurirla mai durante il processo di imbottigliamento.

PROSEGUI LA LETTURA »

MEM – Misuratore consumi elettrici in vendita su Amazon!

Misuratore consumi elettrici

Dopo il lancio alcune settimane fa della nuova interfaccia My Energy Meter, oggi è la volta del nostro nuovo misuratore di consumi elettrici MEM, che debutta finalmente sul mercato consumer ed è disponibile in vendita su Amazon.it!

Diretto discendente del GPM, il nostro primo monitor per il consumo energetico, il MEM rappresenta attualmente il più elevato standard tecnologico e funzionale nel panorama degli energy monitors per la casa e la piccola impresa: alimentato da una batteria autonoma facilmente sostituibile, il dispositivo si installa facilmente al contatore elettrico e presenta i dati di consumo energetico sempre all’interno del servizio My Energy Meter, ma tramite un’interfaccia grafica completamente rinnovata e di facile fruizione! Inoltre il suo sensore si applica ancora più facilmente al contatore elettrico ed è provvisto di un adattatore appositamente realizzato per i contatori Enel.

PROSEGUI LA LETTURA »

Facebook

LinkedIn

Twitter