Archivi mensili per aprile, 2015

E’ in arrivo la batteria per la casa

batteria per la casa

Elon Musk, l’imprenditore/inventore sudafricano naturalizzato statunitense già alla guida di Tesla motors, Space X e del progetto di trasporto HyperLoop sta lavorando a un nuovo rivoluzionario progetto di accumulo energetico: una batteria per la casa.

Secondo un tweet pubblicato dallo stesso Musk poche ore fa, il nuovo prodotto per alimentare abitazioni private e aziende è prossimo al lancio: la nuova batteria consentirà di immagazzinare energia anche dagli impianti fotovoltaici ed eolici e soprattutto di accumulare l’energia serale/notturna, momenti della giornata nei quali l’energia elettrica costa meno, per consumarla poi di giorno.

PROSEGUI LA LETTURA »

Come risparmiare sulla bolletta del gas: ecco 5 modi

come risparmiare sulla bolletta del gas

I recenti tagli alle tariffe di elettricità e metano effettuati dal governo e dall’autorità per l’energia rappresentano sicuramente un toccasana per molti consumatori, eppure nonostante ciò la tua spesa mensile per riscaldare casa, cucinare e utilizzare l’acqua calda non è scesa abbastanza?

Probabilmente è il caso di fare una breve rassegna dei principali accorgimenti che si possono adottare per abbattere i costi energetici in casa e scoprire insieme a noi come risparmiare sulla bolletta del gas.

PROSEGUI LA LETTURA »

Scende il prezzo delle batterie delle auto elettriche

batterie delle auto elettriche

Le auto elettriche: una diffusione lenta

Il principale ostacolo alla diffusione massiva delle auto elettriche nel mondo finora era rappresentato dalle batterie: dal loro costo, dalle loro dimensioni e dalla loro scarsa autonomia. Il secondo e terzo fattore col tempo hanno cessato di rappresentare un problema grave: una ricarica completa costa oggi tra 1 e 3 €, consente la percorrenza di circa 120 km e le batterie di ultima generazione hanno un peso ridotto e tempi di ricarica velocissimi.

Sembra dunque che il prezzo eccessivo della batteria rimanesse l’ostacolo principale per il diffondersi dell’autotrazione elettrica: è notizia recente, invece, che uno studio dello Stockholm Environment Institute evidenzi come le stime fatte tra il 2007 e il 2014  sulla discesa dei prezzi delle batterie per le automobili elettriche si siano rivelate eccessivamente pessimistiche, ipotizzando un calo molto lento e graduale. Niente di tutto ciò: nel 2014 i blocchi batteria utilizzati dalle case leader delle macchine elettriche (Tesla e Nissan) sono arrivati a costare 300 dollari per kWh di energia, un valore più basso delle stime più ottimistiche per il 2015, e inferiore alle proiezioni medie per il 2020. Entro il 2018 il prezzo potrebbe scendere addirittura a 230 dollari/kWh.

PROSEGUI LA LETTURA »

FAO: l’energia geotermica contro la fame nel mondo

energia geotermica

La Food and Agriculture Organization of the United Nations, meglio nota come FAO, l’organizzazione per il cibo e l’agricoltura delle Nazioni Unite, ha pubblicato oggi un rapporto intitolato “Uses of Geothermal Energy in Food and Agricolture“, dove vengono spiegati nel dettaglio i possibili usi dell’energia geotermica per aiutare l’agricoltura nei paesi in via di sviluppo.

Che cos’è l’energia geotermica

L’energia geotermica è una forma di energia generata per mezzo di fonti geologiche di calore presente negli strati più profondi della crosta terrestre: essa consiste nel “catturare” e convogliare i vapori dal sottosuolo verso apposite turbine dedicate alla produzione di energia elettrica e termica. Il geotermico viene considerato una forma di energia rinnovabile e la sua prima utilizzazione avvenne in Italia nel 1904, a Larderello in Toscana, dove oggi è presente una delle maggiori centrali geotermiche d’Europa. L’energia geotermica oggi costituisce meno dell’1% della produzione mondiale di energia ma la percentuale è destinata a salire grazie al progresso nelle tecniche di sfruttamento del calore dal sottosuolo.

PROSEGUI LA LETTURA »

Facebook

LinkedIn

Twitter