10 stadi a basso impatto energetico

Mancano esattamente 30 giorni all’inizio della ventesima edizione dei campionati mondiali di calcio, che quest’anno si giocheranno in Brasile: per far fronte al grande evento, il comitato promotore e il governo brasiliano hanno in questi anni dovuto ristrutturare e ammodernare numerosi stadi, come ad esempio il leggendario Maracanà di Rio de Janeiro, e ne hanno costruiti ex novo altrettanti. Nell’ottica di rendere le competizioni sportive sempre più a impatto zero. in ogni stadio sono state messe in campo misure di efficientamento energetico, come pannelli solari, sistemi di illuminazione intelligente e impianti di riciclaggio delle acque e dei rifiuti, per rendere tutti gli impianti sportivi della competizione mondiale eco-sostenibili, dei veri e propri stadi a basso impatto energetico.

Ecco 10 stadi di varie nazioni che sono all’avanguardia per le loro misure di efficientamento energetico:

1. Arena Pernambuco di Recife

 stadi a basso impatto energetico Arena Pernambuco
Cominciamo proprio dal Brasile: costruito ex novo per i prossimi Mondiali, lo stadio di calcio di Recife vanta un impianto fotovoltaico composto da 3500 pannelli solari che produrrà circa 1500 MWh di elettricità all’anno. Quanto basta per alimentare l’impianto e dare energia all’area residenziale circostante.

2. Lincoln Financial Field di Philadelphia

lincoln-financial-field
Realizzato nel 2003, lo stadio di football dei Philadelphia Eagles è stato premiato nel 2013 come “lo stadio più verde d’America”. L’impianto include 11000 pannelli solari e 14 turbine eoliche, che insieme forniscono il 30% dell’energia elettrica necessaria. E’ in programma la costruzione di un impianto a biogas che permetterà al Lincoln Financial Field di raggiungere l’autonomia energetica.

3. Juventus Stadium di Torino

stadi a basso impatto energetico
Lo stadio della Juventus, inaugurato nel 2011, si è caratterizzato per la sua eco-sostenibilità fin dalla sua costruzione: l’impianto è nato infatti dalle ceneri del vecchio Stadio Delle Alpi, i cui materiali (calcestruzzo, acciaio, vetro e alluminio) sono stati recuperati e riutilizzati all’interno del nuovo cantiere oppure riciclati in altro modo.

4. Stade de Suisse di Berna

stade-de-suisse
Costruito nel 2005 sulle fondamenta del vecchio Wankdorfstadion, è lo stadio con il più esteso impianto fotovoltaico d’Europa: 8000 pannelli solari per un’estensione di circa 12mila mq. Fino al 2009 era l’impianto più grande del mondo installato in uno stadio.

5. World Games Stadium di Kaohsiung (Taiwan)

world-games-stadium
Completato nel 2009 e progettato dall’architetto giapponese Toyo Ito, è costruito con materiali riciclabili ed è alimentato al 100% da energia solare: grazie agli 8844 pannelli solari situati sulla copertura ha strappato il record dell’impianto fotovoltaico più grande del mondo allo Stade de Suisse e attualmente produce 1,14 milioni di kWh all’anno.

6. Croke Park di Dublino

croke park dublino
Lo stadio più grande d’Irlanda e il quarto d’Europa nel 2009 è diventato uno dei primi stadi a impatto zero del mondo grazie a misure di efficientamento energetico e al programma “Cúl Green” che ha coinvolto i tifosi nell’adozione di buone pratiche ecologiche.

7. Olympic Stadium di Londra

olympic stadium londra
Costruito per le Olimpiadi del 2012, è stato realizzato con “appena” 10mila tonnellate di acciaio, molte meno rispetto alle circa 70mila normalmente impiegate in impianti simili. Inoltre è caratterizzato da una estrema versatilità architettonica e può diminuire la capienza senza bisogno di costose opere di ristrutturazione.

8. CenturyLink Field di Seattle

century Link Field
E’ lo stadio dei Seattle Seahawks e dei Seattle Sounders, squadre casalinghe rispettivamente di football e calcio, ed è stato ultimato nel 2002: vanta un impianto solare, un sistema di illuminazione intelligente certificato EnergyStar ed ha avviato da tempo un intenso programma di riciclaggio dei rifiuti.

9. Grundig Stadion di Norimberga

grundig stadion
Costruito nel 1928 e rinnovato ben 3 volte, è uno degli stadi più antichi d’Europa ed anche uno di quelli energeticamente più efficienti: nel 2006 sulla copertura sono stati installati 758 moduli solari, pari a 140 kiloWatt di energia prodotta dal sole.

10. NV Arena di St. Pölten

NV Arena
Il nuovo stadio di Sankt Pölten, in Austria, è stato realizzato 2 anni fa e vanta un impianto fotovoltaico che genera energia per 312 Megawattora all’anno. Inoltre fornisce energia agli impianti di riscaldamento del distretto circostante.

Sei d’accordo con la nostra top ten? Vuoi segnalarci uno stadio che per te è maggiormente all’avanguardia nel risparmio energetico? Scrivici nei commenti! 

Lascia un commento