Le 10 regole d’oro per il risparmio energetico

Risparmio energetico L’Associazione Difesa Orientamento Consumatori (Adoc) ha recentemente stilato un decalogo che promette di aiutare i cittadini e gli amministratori ad avere maggiore consapevolezza dei propri consumi. L’obiettivo è promuovere il risparmio energetico attraverso il buon senso e regole facilmente interpretabili.

Il vademecum è stato presentato, alcune settimane fa, in occasione della giornata del risparmio energetico #milluminodimeno, curata dalla trasmissione radiofonica Caterpillar di Radio2. Di seguito tutte le indicazioni per ottimizzare le proprie risorse:

1. regolare la temperatura: limitare la temperatura degli impianti di riscaldamento è una regola essenziale per ridurre gli sprechi. Ad esempio, riducendo la temperatura di 1°C si possono tagliare consumi e costi nell’ordine del 5-10% l’anno.

2. fare in modo che la caldaia sia in regola: la manutenzione e la pulizia costante e accurata della caldaia aiuta a mantenerne l’efficienza e la funzionalità della stessa, evitando sprechi e costi aggiuntivi. Basterà prendere nota dei controlli periodici da effettuare annualmente.

3. usare le valvole: le valvole termostatiche consentono di limitare e regolare il consumo dell’acqua calda usata per il riscaldamento, consentendo di riscaldare di meno gli ambienti di casa. Sostituire la classica valvola manuale con quella termostatica consente di ridurre fino al 15% le spese relative al buon funzionamento dell’impianto.

4. limitare o eliminare ostacoli alla corretta circolazione d’aria: la presenza di barriere alla corretta circolazione dell’aria calda è una delle prime cause dello spreco di energia e di soldi. E’ sempre opportuno, ad esempio, tenere le tende aperte davanti ai caloriferi e non coprire i termosifoni e/o altre fonti di calore.

5. effettuare Interventi strutturali: ricordarsi che, in caso di interventi strutturali sulla casa (es. sostituzione degli infissi o l’installazione dei doppi vetri), è possibile usufruire delle detrazioni fiscali fino al 65%, confermate dalla Legge di Stabilità 2016.

 Risparmio energetico

6. no alla dispersione del calore: si all’utilizzo di strumenti isolanti come tapparelle e serramenti per limitare la dispersione del calore negli ambienti.

7. mantenere i radiatori in forma: per mantenere un radiatore in condizioni massime d’efficienza è fondamentale spurgare periodicamente l’aria così da consentire all’acqua di circolare liberamente e di riscaldare al meglio l’ambiente.

8. riprogrammare il termostato: riprogrammare sempre il termostato per abbassare la temperatura di notte o quando non c’è nessuno nell’ambiente! Ciò consente un risparmio in bolletta tra il 7 e il 15%.

9. cambiare l’aria: consentire il ricircolo d’aria nelle stanze è essenziale per mantenere un ambiente salubre, soprattutto in inverno. Sono sufficienti solo 10 minuti con le finestre aperte per cambiare totalmente l’aria di una stanza.

10. bonus sociale: in casi di disagio sociale ed economico è possibile usufruire del bonus sull’energia elettrica e il gas, con un risparmio fino al 15% sul costo del gas.

Se a queste regole associamo anche strumenti creati ad hoc per rispondere alla crescente necessità di ridurre gli sprechi ed efficientare il consumo energetico, il risparmio in bolletta non sarà più una chimera!

Acotel Net offre infatti servizi sull’efficientamento energetico, in particolare all’energy management e allo smart metering, relativi al consumo di luce, gas ed acqua  attraverso il monitoraggio e la conseguente gestione e ottimizzazione. Per maggiori info: acotelnet.com

Lascia un commento